Media Room | News ed Eventi

Salone di Ginevra 2016: Intervista a Philippe Vallier 16/03/2016

Salone di Ginevra 2016: Intervista a Philippe Vallier

Philippe Vallier, responsabile commerciale della sezione pick-up di ISUZU Francia, ha risposto alle domande di LeBlogAuto al Salone di Ginevra 2016, dove la casa automobilistica giapponese ha presentato la sua gamma di veicoli equipaggiati con motori altamente innovativi per il settore pick-up. 

Philippe Vallier: A Ginevra ISUZU ha introdotto i seguenti veicoli con motore Euro 5b + e una nuova variante di colore, il Venetian Red:
  • Una versione cabina doppia (modello QUASAR) BVA con 5 rapporti sequenziali
  • Un modello Space Solar BVA (cabina estesa) con porte antagoniste
E 'interessante notare come ISUZU abbia commercializzando i suoi pick-up, equipaggiati con motori in grado di soddisfare lo standard Euro 5b+,  già da gennaio 2014, mentre gli altri competitor giungono solo adesso a questo standard. I veicoli della concorrenza precedentemente immessi sul mercato soddisfano infatti solo gli standard Euro 5.

Domanda: In che modo ISUZU comunicherà le caratteristiche dei suoi motori nel contesto di mercato attuale (VWGate ecc ..)?

PV: ISUZU punterà in maniera forte sulla normativa Euro 6 per i pick-up omologati come autovettura, che entrerà in vigore a partire dal 01/09/2016.
Questo perché ISUZU rispetta scrupolosamente le norme ambientali imposte dall'Europa, anche come parte della sua strategia tecnologica e innovativa nel lungo periodo.

D: Come veicoli omologati per uso privato, i pick-up in Francia hanno diverse agevolazioni dal punto di vista fiscale. Questo ha fatto esplodere il mercato dei grandi 4 × 4, con grande vantaggio per il settore pick-up. ISUZU e i suoi competior hanno intenzione di continuare a spingere per conservare queste esenzioni?

PV: Sì, perché questi incentivi fiscali consentono alle aziende, artigiani, ecc ... di beneficiare di prezzi competitivi. E' importante non ostacolare gli investimenti delle imprese, dal momento che questi rappresentano un elemento chiave del nostro sistema capitalistico. Inoltre, il settore dei pick-up è una nicchia di mercato nel settore automobilistico globale che conta 13.000 registrazioni nel 2015 (contando tutte le marche pick-up).

D: Il D-Max registra il maggior numero  delle sue vendite in "Space Cab" (cabina estesa) piuttosto che " Crew Cab" (cabina doppia). ISUZU cercherà di ampliare il suo mercato andando a conquistare più privati oppure il settore dei professionisti rimane il target principale per il marchio? Quali sono gli obiettivi di vendita in Francia ed in Europa?

PV: Il rapporto di vendite per ISUZU è diviso per il 62% sui professionisti e per il 38% ad uso privato. Il D-Max è conosciuto dai professionisti per la sua forza e affidabilità. Per esempio nel settore dei carri attrezzi, il 70% del pick-up utilizzati sono D-Max. Non si tratta chiaramente di una coincidenza. La robustezza del nostro telaio, la forza e la qualità dei nostri motori, unita alla cura nell’estetica e dei dettagli fanno del nostro D-Max il pick-up di riferimento per il mercato europeo.

D: Il D-Max attualmente registra poca concorrenza in Francia ed in Europa.  Nel segmento dei grandi pick-up, l'arrivo di nuovi competitor come Renault con il modello Alaska, il Navara Nissan NP300 e il nuovo pick-up Fiat  sono fonte di preoccupazione per ISUZU?

PV: Abbiamo diversi competitor e siamo orgogliosi di confrontarci con loro, dal momento che nessuno di loro offre prodotti scadenti. Spetta a noi mettere in evidenza i grandi vantaggi della nostra tecnologia che sicuramente consentiranno ad  ISUZU di salire sui gradini più alti del mercato  mondiale. Al momento abbiamo poche informazioni sia su progetti di Renault che FIAT. Per quanto riguarda la nuova Nissan NP300, che è dotata di un motore Euro 5 +B, non ci resta che aspettare e vedere quale sarà la risposta del mercato.
ISUZU è il terzo produttore di pick-up in Francia in termini di vendite, seguita da Nissan, Mitsubishi e VW. Per noi si tratta di ottime performance commerciali, tenendo conto del fatto che il D-Max è stato introdotto solo nel 2004 sul mercato francese. Celebreremo il centenario del marchio nel nostro stand durante il Salone di Parigi che aprirà ai primi di ottobre.

D: ISUZU MU-X non è venduto in Francia. Perché non essere presenti su questo crescente segmento dei SUV? Si tratta di una scelta volontaria (mercato etc.) o di vincoli normativi?

PV: Il MU-X è venduto in Asia, Sud Africa e Australia con un motore Euro 4. Al momento non siamo in grado di dare maggiori dettagli sul futuro utilizzo del motore Euro 6  su questo veicolo, che potrebbe effettivamente rendere completa la nostra  gamma di pick-up.




Attenzione: l'intervista a Philippe Vallier fa riferimento al segmento francese della produzione ISUZU, non a quello italiano.
Ogni riferimento a possibilità di vendita a privati, a dati di mercato o alle possibilità di omologazione, può quindi non rispecchiare il segmento italiano.


Fonte: www.leblogauto.com (disponibile solo in lingua francese)
 
Favorites  Fai login per salvare il contenuto nel tuo archivio