Media Room | Stampa | Rassegna Stampa

FuoristradaWeb 21/06/2012

Nuovo D-Max: la prova in fuoristrada di FuoristradaWeb

Le prove veicoli di FuoristradaWeb.com - ISUZU D-MAX 2012


Presentato nella splendida cornice della campagna iberica, l’ultimo nato di casa Isuzu, il pick up D-Max modello 2012, totalmente rinnovato dal punto di vista estetico così come da quello tecnico. Ovviamente parlando di Isuzu, si evoca un nome storico nel mondo dei veicoli commerciali e soprattutto nella costruzione di motori diesel utilizzati in tutto il mondo e per ogni necessità; così come, parlando di D-Max è immediato il riferimento ad un pick up fuoristrada robusto, affidabile, duraturo nel tempo, nonché confortevole anche per le lunghe percorrenze.

Il nuovo D-Max differisce notevolmente rispetto la versione attuale, per moltissimi motivi, sia ingegneristici che di design. Partendo dal presupposto che questo pick up sia destinato al mondo del lavoro, i tecnici nipponici hanno deciso di offrire dimensioni più generose alla cabina di guida, così come al vano di carico, nonché all’intero veicolo rendendolo più possente, più muscoloso e più adatto ad ogni necessità specifica dell’acquirente.
Le modifiche più evidenti riguardano il propulsore turbocompresso, che passa dai 3000 cc ai 2500 cc, pur mantenendo la stessa potenza massima, nonché migliorando notevolmente la coppia motrice, abbassandone il regime di giri di sfruttamento; anche la trasmissione ha subito grandi migliorie, infatti il cambio manuale passa ora a sei rapporti, invece dei cinque della versione precedente (ma tuttora attuale) e si aggiunge una trasmissione automatica a cinque rapporti con modalità sequenziale, che permette una maggiore semplicità di guida sia in città che in fuoristrada. Persino le sospensioni hanno subito radicali modifiche, migliorando così la guidabilità e la maneggevolezza del mezzo, ed aumentando il confort dei passeggeri anche su terreni scoscesi ed accidentati, tipici della marcia in certune località della terra.
E' molto importante ricordare che tutti questi aggiornamenti sono studiati dall’equipe dei tecnici Isuzu, abituati a ragionare con un Truck DNA, essendo l’azienda del sol levante uno dei maggiori produttori di veicoli pesanti al mondo, così che ogni modifica e miglioria al D-Max è concepita con un particolare sguardo alla durata del veicolo ad all’affidabilità, non certamente improvvisata.

Come dicevamo, anche il design è stato ritoccato, permettendo un look più moderno, sportivo ed aggressivo consentendo anche una miglior penetrazione all’aria e consentendo così una riduzione dei consumi e della rumorosità in cabina, rendendo molto silenzioso l’abitacolo e riuscendo così a migliorare la vita a bordo anche in caso di lungo viaggio; all’interno dell’ abitacolo sono stati aggiunti numerosissimi vani portaoggetti, e migliorato il sistema di climatizzazione (ora l’aria condizionata è fornita su tutte le versioni) nonché la misura della cabina stessa ampliando così lo spazio tra i sedili e rendendo più confortevole la seduta; sempre all’interno le apparecchiature si trovano a portata di mano con un posizionamento intuitivo e facilmente raggiungibili da parte del guidatore senza alcuna distrazione durante la guida.

La nostra prova del nuovo D-Max si è svolta su strada, autostrada e fuoristrada impegnativo ed il nuovo veicolo ci ha subito favorevolmente impressionati, per la maneggevolezza su strade strette e curvose, per l’alta velocità di crociera in autostrada in massima sicurezza ed in perfetto silenzio grazie all’ottima insonorizzazione dell’abitacolo, ma è su terreno off road che abbiamo “scatenato” la nostra fantasia di guidatori; abbiamo infatti affrontato salite, discese, pendenze laterali, twists e passaggi stretti ed impegnativi su di un terreno reso anche viscido da qualche goccio di pioggia cercando di mettere in difficoltà l’Isuzu D- Max, ma onestamente parlando non ci siamo riusciti grazie alla perfetta trazione del veicolo consentita da un rapporto del riduttore davvero corto che permette sia con il cambio manuale che con quello automatico l’uso di almeno tre rapporti in fuoristrada, potendone scegliere il migliore su ogni tipo di ostacolo; un grande aiuto alla marcia in fuoristrada viene anche concesso dal nuovo motore, che grazie all’applicazione di una turbina a doppio stadio che consente di avere il propulsore sempre in coppia e disposto ad obbedire a qualsiasi richiesta del guidatore in ogni evenienza. Il nuovo pick up Isuzu, viene prodotto con tre tipologie di cabina al fine di poter accontentare ogni possibile cliente, ovvero con cabina singola a 2 posti, cabina singola allungata e quattro porte con apertura a libro, e doppia cabina a cinque posti; ovviamente la lunghezza del cassone di carico varia a seconda della cabina scelta. Anche tra le versioni di allestimento, il cliente finale ha una vasta possibilità di movimento, dipende solamente la scelta di quanto si voglia investire per l’acquisto di questo veicolo, che risulta essere davvero un investimento destinato a durare nel tempo ed indispensabile per ogni tipologia di lavoro.

Leggi l'articolo online FuoristradaWeb.com
Favorites  Fai login per salvare il contenuto nel tuo archivio